100 domande sugli animali 
| I mammiferi | Gli uccelli | I pesci | I rettili | Gli insetti

Come agisce il veleno dei serpenti?

Serpente a sonagli
Il veleno dei serpenti viene secreto da alcune ghiandole salivari che nel corso dell'evoluzione si sono trasformate in velenifere. Questi apparati costituiscono un importante strumento soprattutto di offesa, con cui molti ofidi riescono a procurarsi il cibo, immobilizzando o intorpidendo repentinamente la preda, prima di inghiottirla. I veleni dei serpenti possono essere emotossici o neurotossici. I primi agiscono sul sistema circolatorio provocando coagulazione del sangue e distruggendo le pareti dei capillari sanguigni; è questo, per esempio, l'effetto del morso di un serpente a sonagli. Il secondo tipo di veleno, tipico del cobra, agisce invece sul sistema nervoso, paralizzando i muscoli cardiaci e respiratori. Alcuni tipi di cobra possono anche sputare il veleno, invece di iniettarlo, accecando l'avversario. Questa specializzazione ha probabilmente una funzione difensiva più che offensiva, visto che la cecità non assicura l'immobilizzazione della preda.

 


Copyright (C) 2000 Linguaggio Globale - Zopper di Antonio Zoppetti -   Opera tratta dal cd-rom Conoscere gli animali, Linguaggio Globale, (C) 1998.