100 domande sugli animali 
| I mammiferi | Gli uccelli | I pesci | I rettili | Gli insetti

Come vedono i pesci?

Uno scorfano
La visione in un mezzo denso come l'acqua ha imposto ai pesci alcune forme di adattamento. I loro occhi non sono provvisti di palpebre perché l'acqua li mantiene costantemente puliti. Per far fronte alla carenza di luce, l'iride è quasi fissa e bastano minime contrazioni per regolare la visione.
Non sappiamo se questi animali distinguano i colori e, dato che nel mondo subacqueo la visibilità non va generalmente oltre i 30 metri, gli occhi dei pesci, dotati di un cristallino sferico e rigido, sono idonei a vedere solo a distanze ravvicinate. Quando questi animali si trovano nella necessità di mettere a fuoco forme lontane, è l'intero cristallino ad arretrare mediante una struttura speciale dell'occhio.
Gli occhi dei pesci sono posti ai lati del capo e funzionano in maniera indipendente: ciò che vede ciascun occhio è registrato dal lato opposto del cervello in modo tale che questi animali sono in grado di guardare contemporaneamente in direzioni diverse. Solo esattamente davanti al capo esiste un piccolo settore dove i due occhi vedono simultaneamente, consentendo all'animale una valutazione della prospettiva.

Copyright (C) 2000 Linguaggio Globale - Zopper di Antonio Zoppetti -   Opera tratta dal cd-rom Conoscere gli animali, Linguaggio Globale, (C) 1998.