Guida al Primo Soccorso 
| Avvertenze | Corpo umano | Diagnosi | Primo soccorso | Simulazione

Infarto cardiaco

Sezione del cuore con lo schema della circolazione 
Cos'è 

L'infarto cardiaco è dovuto alla chiusura o all'ostruzione delle arterie coronarie che irrorano il cuore attraverso il sangue. La zona del tessuto cardiaco che non viene più irrorata dall'ossigeno presente nel sangue va incontro a una rapida necrosi (morte) con perdita definitiva delle funzioni.

Sintomi
Dolore toracico molto intenso localizzato sullo sterno, spesso irradiato sulla parte sinistra: al braccio, alla spalla, alla schiena e al collo. Il paziente avverte un forte senso di costrizione sul torace, è pallido, ha un senso di angoscia, difficoltà nella respirazione, sudorazione fredda, alterazioni del battito cardiaco e del polso.

Intervento
Chiamare immediatamente i soccorsi e, nel frattempo, cercare di tranquillizzare l'infortunato, evitargli ogni minimo sforzo che richiede un ulteriore afflusso sanguigno. Mantenere il cardiopatico in posizione semiseduta, per agevolare la respirazione, e controllare attentamente e costantemente le funzioni vitali: respiro e pulsazioni. Se si ha a disposizione dell'ossigeno è bene somministralo. 
Se il paziente ha un arresto cardiaco procedere immediatamente alla rianimazione artificiale.

Gravità
In assenza di controlli e di apposite apparecchiature mediche è difficile capire la gravità dell'attacco cardiaco. E' perciò necessario agire con la massima tempestività, ogni minuto può essere in questo caso molto prezioso.

Copyright (C) 2000 Linguaggio Globale - Zopper di Antonio Zoppetti -